MACROLEPIOTA PROCERA

Denominazione: MACROLEPIOTA PROCERA Singer 1948
Genere e specie:Macrolepiota procera
Classe:Basidiomiceti
Ordine:Agaricales
Famiglia:Agaricaceae
Nomi italiani:Mazza di tamburo, Bubbola maggiore, Ombrellone, Parasole.
Cappello:5(10-25)30 cm; fondo biancastro con squame bruno-nocciola +/- estese, inizialmente semisferico globoso, poi convesso e infine piano con umbone ottuso molto evidente e con margine lanoso.
Imenio:costituito da lamelle fitte e larghe, libere e distanti dal gambo, di colore biancastro.
Gambo:fino a 30×3 cm; eterogeneo con il cappello, cilindrico e slanciato, con grosso bulbo alla base largo fino a 5 cm; aspetto tigrato con squame a zig-zag brune su fondo pallido. Anello doppio e scorrevole sul gambo, +/- carnoso-membranoso, di colore chiaro superiormente e nocciola nella zona inferiore.
Carne:molliccia e poco spessa nel cappello e fibrosa nel gambo, bianca immutabile, con odore e sapore buono di nocciola
Habitat:boschi montani di latifoglie o misti, raramente di solo aghifoglie, in radure o zone marginali.
Altitudine:da 700 a 1600 m s.l.m.
Periodo crescita:estate – autunno
Caratteri distintivi:il suo maestoso/gigantesco portamento del cappello e del gambo che possono superare 30 cm (eccezionalmente fino a 50 cm), il suo anello doppio e scorrevole lo rendono inconfondibile.
Commestibilità:Ottimo